Antipasti e Contorni

Come cuocere le verdure fresche: ddalassate, a manescia o ‘nfucate?

La cosa brutta delle verdure fresche è che per prepararle serve veramente tanto tempo. Anche se alla fine sono veramente tanto buone!!! Tralasciando la pulizia che è sempre per forza quella, la cottura può essere fatta in vari modi… ma per adesso ne conosco solo tre: ddalassate, a manescia e ‘nfucate… “ZZO DICI???” penserete, ma da brava terruncella sono questi quelli che mi hanno insegnato!!!

Questi termini credo derivino dal sanscrito antico dopo la colonizzazione dei turchi che in quel tempo erano influenzati dalle arti mistiche degli Australopitechi che, quando venere era in opposizione con urano, professavano una determinata conoscenza sull’arte del backgammon… ovviamente non è vero… è dialetto salentino (di alcune parti…)!

Inoltre, visto lo sbattimento, quando capita ne compro veramente in abbondanza, sia perchè posso congelarle, e sia perchè poi da tanta abbondanza non rimane granché, una volta cotta >_> …

Vediamole nel dettaglio:

DDALASSATE: e già dal nome si dovrebbe capire… vuol dire lessate (voce del verbo lessare = Cuocere mediante bollitura nell’acqua).

Procedimento:

Lavare, tagliare e lavare le verdure… tanti auguri… avrete sempre la mia totale comprensione durate questo lungo e lento procedimento…

Bollire l’acqua con un pugno di sale. Quando bolle calate le verdure (calate = voce del verbo calare = adagiare dolcemente le verdure nell’acqua o quello che è, sennò schizzi tutto = in una sola parola: calate).

Dopo circa 10/15 minuti, o quando sono diventate molliccie e hanno perso tutto quel verde brillante che avevano all’inizio, sono pronte e basta servirle con un po’ di olio… non è difficilissimo 🙂

A MANESCIA: vuol dire fatte come se fosse una minestra…

Procedimento:

Lavate come al solite le verdure e Ddalassatele per circa 5 minuti, in modo che siano quasi lessate, e quindi scolate tutto. A questo punto, ovviamente io che preferisco fare le cose per bene, le metto in varie ciotoline per congelarle, così per un po’ almeno mi risparmio questo lavoro!!!

Bollite in una ciotola 2 dita d’acqua e aggiungete un dado vegetale. Calate le verdure scongelate o semi lessate.

La ricetta vuole che a questo punto aggiungiate il pepe, formaggio e olio, abbassate la fiamma, coprite con un coperchio e lasciatele li… non so se c’è un minutaggio preciso… io le lascio li finché non si assorbe tutta, o quasi, l’acqua!!!

Servite e mangiate…

In genere in questo modo ci cucino sempre le cicorie, perché non sono per niente amare e mi piacciono un casino!!!

‘NFUCATE: vuol dire affogate!!!

In pratica affogate le verdure nell’olio… dovete proprio sentirle urlare dal terrore e pregarvi di risparmiarle!!! Ma voi dovrete essere forti e continuare ad affogarle! Mi raccomando non bisogna mai esitare in queste situazioni altrimenti prenderanno il sopravvento quando meno ve lo aspettate!!!

Procedimento:

Lavate e bla bla bla le verdure.
Inserite in una pentola dell’olio e iniziate a scaldarlo con uno spicchio d’aglio, quando inizia ad essere caldo calate le verdure (resistete alle loro urla!!!) e coprite con un coperchio, giratele ogni tanto per 1 o 2 minuti aggiungendo un po’ di sale durante lo ssavotamento (voce del verbo ssavotare = rigirare con un mestolo il composto). Successivamente aggiungete del vino rosso, circa mezzo bicchiere, coprite con il coperchio e abbassate la fiamma per farle cuocere fino a quando il vino rosso e l’acqua che hanno tirato fuori nel frattempo non sono completamente assorbite.

Di seguito la lista delle verdure che possono essere cucinate in questo modo (ero convita che si potessero cucinare tutte allo stesso modo ma la Gabriella ha detto “NO“, quindi mi sembra doveroso avere uno schema esatto):

Tipo di verdura:

Tipo di verdura DDALASSATE A MANESCIA ‘NFUCATE
Rape
Cicorire anche con l’aggiunta
di costine di maiale *
ma con la cipolla
al posto dell’aglio
Bietole ma con l’aggiunta
dei pomori
Cavoli
Verze
Foje Reste **
(erba selvatica di campagna)

* Da aggiungere dopo avere semi lessato le cicorie, sotto, e far cuocere tutto insieme!

**Ho provato a spiegare alla Gabriella che al supermercato o al mercato delle città è difficile trovare verdura del genere… ma non ci crede… e ho dovuto metterle per forza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *